Torna inizio pagina

Curriculum Vitae

Chiara Colla

  • - 2000: Laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Pisa con tesi sperimentale nel reparto di terapia intensiva;
  • - 2001: Stage di iridologia con Harry Wolf;
  • - 2002-2005: Scuola triennale di omeopatia clinica e discipline integrate A.I.O.T. Diploma di medico esperto in omeopatia omotossicologia e discipline integrate;
  • - 2002-2007: Studiato e praticato l’agopuntura presso lo studio di Milano della dott.ssa Valeria Biino che ha studiato medicina tradizionale cinese in Cina e successivamente ha frequentato la scuola MediCina a Milano, per la quale, una volta diplomata, ha tenuto lezione;
  • - 2005: Corso Le Declic (deprogrammazione neurologica), con la dott.ssa Michelle Noel, ideatrice del modello terapeutico sopracitato; tecniche di PNL, analisi transazionale e ipnosi ericksoniana per il superamento dei conflitti psico-emozionali che possono provocare anche malattie fisiche;>
  • - 2006: Corso di medicina funzionale di risonanza, organizzato da Omeopiacenza s.r.l.;
  • - 2010: Diploma di medico esperto in Organometria Funzionale E.A.V. (elettroagopuntura secondo Voll);
  • - 2009-2011: Corso triennale di perfezionamento in medicina sistemica integrata delle catene causali organizzato da Omeopiacenza s.r.l.;
  • - 2013: Master “Death studies and the end of life” all’Università di Padova1,
  • - 2014-2017: Corso triennale di Formazione in Agopuntura e attestato di Qualificazione in Agopuntura, Centro studi So Wen sede di Milano.

Agopuntura

L’agopuntura è una tecnica che prevede la stimolazione di precise aree della cute tramite aghi, in grado di generare effetti benefici in molte patologie.

L’agopuntura, medicina antica ma riconosciuta dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), è caratterizzata da un effetto terapeutico interessante soprattutto per la grande tollerabilità e il basso rischio iatrogeno del metodo.

La disciplina nasce dalle conoscenze della MTC, Medicina Tradizionale Cinese, ma si avvale di processi scientifici di validazione che la rendono utilizzabile nell’epoca contemporanea.

Le aree della cute che vengono stimolate sono denominate agopunti e vengono localizzate dall’agopuntore attraverso tecniche specifiche.

L’agopuntura migliora l’equilibrio neurovegetativo e di conseguenza le funzioni immunitarie e l’omeostasi, permettendo al paziente di gestire al meglio lo stress fisico, psichico e mentale.

Il campo di applicazione più comune per questa disciplina è il trattamento di patologie caratterizzate da dolore e da disfunzione non lesionale. Adulti e bambini possono trovare giovamento dall’impiego dell’agopuntura, che viene praticata da sola o associata ad altri metodi di cura.

L’agopuntura è principalmente un metodo e una scuola per la comprensione del malato e della malattia; si distingue un livello sintomatico, ovvero indirizzato alla rimozione del sintomo presentato dal paziente, che ha trovato vasto impiego anche nel mondo occidentale per la terapia del dolore e la terapia disfunzionale. Molto significativo è il livello orientato a migliorare l’omeostasi complessa del malato.

È possibile pertanto definirla una medicina millenaria, moderna nella concezione e avanzatissima nella tecnologia, la quale deve essere necessariamente eseguita da un medico perfezionato nella tecnica, che individua gli agopunti tramite precisi reperi anatomici.

Per il medico agopuntore un malato esprime la sua omeostasi o allostasi a un livello corporale, emozionale e mentale. Tutti i livelli indicati sono oggetto di valutazione e terapia. L’agopuntura valuta i campi emozionali, e i conflitti biologici.

Omeopatia

Omotossicologia

L’omotossicologia rappresenta l’evoluzione conoscitiva e metodologica dell’omeopatia classica avvenuta durante il ventesimo secolo. L’obiettivo dell’omotossicologia consiste nella riattivazione, tramite rimedi efficaci, della capacità omeostatica del paziente. Questa disciplina vanta nei confronti dell’omeopatia classica una maggiore modernità nei tempi di lavorazione di un evento clinico e una validazione dei rimedi in riferimento a standard accettati. Un organismo che riesce a eliminare efficacemente le tossine esogene ed endogene facilita la propria guarigione. Attraverso piccoli stimoli si ottiene la modulazione delle funzioni e la regolazione biologica. L’omotossicologia è indicata sia per gli adulti, sia per i bambini. Il trattamento non preclude l’uso contemporaneo di farmaci, quando questo fosse indicato e opportuno. La disciplina si è sviluppata nel secolo scorso, grazie all’opera del medico tedesco Hans Heinrich Reckeweg, come ponte tra l’omeopatia classica e la medicina convenzionale. Grazie all’omotossicologia, Reckeweg non descrive mai le malattie di cui soffre e ha sofferto il paziente come entità cliniche tra di loro separate. L’essere umano produce malattie solo apparentemente diverse, ma in realtà intimamente connesse al carico patologico di tossine e alla sua capacità biologica di gestirle. Il metodo di unificare tutte le malattie di un paziente in una progressione biologica sensata è sicuramente il primo dei lasciti di Reckeweg ai posteri. Inoltre Reckeweg ci comunica che la malattia non è una riposta biologica erronea o insensata, ma l’unica risposta possibile a una sequenza di eventi.

Medicina Funzionale

Un’altra evoluzione dell’omeopatia classica è la Medicina Funzionale, proposta dal Dr. Helmut W. Schimmel nel 1987. La Medicina Funzionale utilizza tutto il bagaglio medico accumulato fino a oggi e lo rilegge secondo una visione integrata di salute e di malattia che prende sempre in considerazione l’organismo intero anche per comprendere processi patologici localizzati. Ha come obiettivo quello di capire come si diffondono le malattie, e come mai alcuni processi morbosi restano localizzati mentre altri diventano sistemici o coinvolgono strutture apparentemente non correlate né per contiguità, né per funzione all’organo o sistema primitivamente coinvolto.

Omeopatia di Risonanza

L’Omeopatia di Risonanza è nata grazie al Dr. H. Schimmel che negli anni 1992/1993 teorizzò che alcuni rimedi omeopatici hanno la capacità, a ben determinate diluizioni e in specifiche associazioni, di far entrare in vibrazione strutture cellulari specifiche o microrganismi in modo tale che i tessuti malati attuino un meccanismo di detossificazione e i tessuti sani emettano un’elevata quantità di fotoni. Il Dr. Schimmel è perciò riuscito a mettere in relazione di risonanza le strutture cellulari sane con singole potenze decimali arrivando così alla peculiare formulazione dei medicinali Omeopatici di Risonanza FM e FMS. Si tratta di complessi omeopatici in diluizioni decimali che espletano la loro azione attraverso l’associazione di più rimedi che presentano indicazioni specifiche per l’organo o la patologia da trattare in base alle loro relazioni di risonanza.

Ogni FM e FMS ha un effetto terapeutico di riequilibrio, prima funzionale e poi morfologico specifico. I principi attivi, derivati minerali, vegetali e animali e loro secreti, sono di solito solo 3 e in anaparte, perché ognuno di essi ha pari dignità informativa e svolge azione specifica su una determinata struttura cellulare grazie al grado della diluizione.

EAV

L’ELETTROAGOPUNTURA SECONDO VOLL è un metodo diagnostico e terapeutico che si avvale di uno strumento bioelettrico: un impedenzimetro. Questo mette in “risonanza” l’organo malato con vari possibili rimedi finché si trova quello più adatto a risanarlo. Questo tipo di medicina è anche detta “biocibernetica” perché è in grado di stimolare la capacità di auto-guarigione dell’individuo, riequilibrando l’energia vitale di tutti gli organi. Tutte le malattie prima di intaccare le cellule sono malattie funzionali, ovvero malattie che provocano dei disturbi senza però creare lesioni organiche. Lo strumento bioelettrico osserva la funzione di un organo e ne riscontra una eventuale patologia, prima che si verifichi il danno: in questo senso la medicina funzionale è una medicina preventiva.

L’EAV, partendo dai principi della medicina cinese, permette, dapprima, una diagnosi energetica e funzionale, e in un secondo momento di testare, direttamente sul paziente, i farmaci e i rimedi utili a ristabilire la salute. Oltre a testare i farmaci è possibile attraverso questa tecnica testare anche diversi tipi di sostanze tra cui gli allergeni e anche gli alimenti. Per questo motivo è conosciuta popolarmente come “test delle intolleranze alimentari”.

La medicina accademica riesce a fare diagnosi solo quando c’è il danno d’organo. Ad esempio, solo quando sono alterate le transaminasi diciamo che il fegato ha un problema e solo quando la creatinina sale oltre un certo livello, si fa diagnosi di insufficienza renale. Con gli strumenti di bioelettronica, invece, siamo in grado di verificare un problema prima che si verifichi un danno cellulare: in questo senso la medicina funzionale deve essere intesa come medicina preventiva.

Le Declic

Le Declic utilizza diverse tecniche che lavorano a livello inconscio con lo scopo di cambiare una determinata dinamica mentale che è causa di un malessere e a volte anche di una vera e propria malattia. Le tecniche utilizzate, come la PNL, l’analisi transazionale, l’ipnosi eriksoniana e la gestalt, permettono di attuare dei cambiamenti nella mente e nel pensiero del paziente, poiché quella che spesso è definita malattia non è altro che la risposta cellulare a un nostro preciso pensiero, di cui non sempre siamo consapevoli.

L’essere umano è una complessa e meravigliosa struttura energetica di psiche e corpo integrati tra loro, dove i pensieri e le emozioni sono tradotti nel corpo da correlati biochimici e sono elementi fluidi e dinamici direttamente implicati in ogni processo nervoso, endocrino e immunitario. Il nostro cervello sottocorticale è la vera centrale di comando a cui afferiscono tutte le informazioni dall’interno del corpo, attraverso il sistema fittissimo dei nervi, e dall’esterno del corpo, attraverso gli organi di senso, strutture nervose collegate al sistema nervoso. La malattia quindi è un preciso comando dato alle cellule da parte del sistema nervoso centrale. La nostra centralina di comando sottocorticale è al servizio del nostro pensiero e ha il compito di trovare continuamente soluzioni a ogni nostro pensiero.

Se la malattia è la risposta a un preciso pensiero vale la pena scoprire qual è questo pensiero e cambiarlo. Entrambe queste fasi si attuano attraverso “tecniche parlate” che comunicano direttamente col sottocorticale (cervello inconscio) bypassando la parte corticale (cervello conscio). Dietro alla malattia c’è sempre una funzione utile: la malattia porta a un cambiamento, (spesso forzato), che regola l’ambiente, proprio là dove noi non siamo riusciti in modo attivo e autonomo.

Già con la PNEI (psiconeuroendocrinoimmunologia), che è la scienza che studia i rapporti tra psiche, sistema nervoso, sistema endocrino e sistema immunitario, si è arrivati in campo medico e scientifico ad avvalorare quello che prima era solo intuitivo. Uno dei maggiori contributi allo sviluppo della psiconeuroendocrinoimmunologia è dato dal lavoro e dalla visione pionieristica di Candace Pert. La Pert, neurofisiologa, direttrice del centro di biochimica cerebrale del NIMH, National Institute for Mental Health, è una delle più importanti figure nell’ambito della ricerca internazionale sul cervello.

La Pert ha scoperto le endorfine e un vasto numero di neuropeptidi, evidenziando la loro presenza e attività praticamente in tutte le cellule del corpo, nel sistema nervoso, ma soprattutto nel sangue, nel sistema immunitario e nell’intestino. I neuropeptidi devono essere considerati delle molecole “psichiche”, in quanto non trasmettono solo informazioni ormonali e metaboliche, ma “emozioni” e segnali psicofisici. Inoltre, il dato nuovo che ha cambiato il panorama scientifico è che la loro produzione è contemporanea sia a livello centrale, da parte del sistema nervoso, con funzioni di neuromodulazione, sia a livello periferico, da parte di cellule appartenenti a sistemi diversi, quali il sistema endocrino, immunitario o digerente, facendo intuire quindi una vera e propria fisiologica comunicazione e interdipendenza tra questi sistemi.

Quello che è da considerarsi sbalorditivo è che ogni cellula è sotto il comando del cervello. Infatti se un tessuto viene denervato, cioè privato della sua normale innervazione, non si ammala, anche se contaminato con virus o batterio. Ogni patologia, quindi, è determinata da un comando dato alle cellule dal sistema nervoso centrale. La centralina sottocorticale si occupa di trovare rimedi ai nostri pensieri e di conseguenza la patologia non è altro che la risposta a un pensiero. Con questa tecnica, pertanto, è possibile individuare il pensiero che determina la malattia e cambiarlo.

  • Agopuntura
  • Omeopatia
  • EAV
  • Le Declic

Cura il tuo corpo

“Studiare il corpo umano è stato veramente affascinante, ma ancora di più è stato scoprirlo come un insieme meraviglioso di strutture, funzioni e potenzialità strettamente interconnesse tra loro.”

ProfiloContatti

Chi sono

Curriculum Vitae et Studiorum

Medico omeopata, agopuntore, Medicina funzionale integrata

I miei Studi Accademici

Laureata in medicina nel 2000 con tesi sperimentale e tirocinio in terapia intensiva presso l'Università di Pisa. Ho studiato a Milano medicina cinese, omeopatia, omotossicologia ed elettroagopuntura secondo Voll.

Le mie Specializzazioni

Ho approfondito tecniche di PNL e ipnosi ericksoniana. Mi sono specializzata in tanatologia presso l'università di Padova al master “Death studies and the end of life”, studi per il sostegno e l'accompagnamento verso la morte.

Questa sono Io

Chiara-Colla

A chi, Per cosa

Mi rivolgo a tutti coloro che vogliono migliorare il loro equilibrio neurovegetativo, influendo favorevolmente sulle innumerevoli funzioni biologiche gestite dal sistema nervoso centrale attraverso tecniche specifiche che curano tantissime patologie.

Patologie Muscolo-scheletriche

Cefalea, vertigini, nevralgia del trigemino, periartrite della spalla, cervicalgia, lombalgia e lombosciatalgia, epicondilite, sindrome del tunnel carpale.

Patologie Ginecologiche, Ostetriche e Urinarie

Disturbi mestruali, cistite, prostatite, perdita involontaria delle urine, disturbi in gravidanza, mal posizionamento del feto, infertilità, disturbi della menopausa.

Patologie Gastrointestinali e Cardiocircolatorie

Gastrite, colite, sindrome dell’intestino irritabile, disturbi digestivi, gonfiore postprandiale, stitichezza cronica, ipotensione, ipertensione, palpitazioni.

Patologie Respiratorie Dermatologiche Neuropsichiatriche

Rinite allergica, asma allergico, bronchite, acne, dermatite allergica, insonnia, disturbi d’ansia, palpitazioni,

Le mie Prestazioni

Studiare la patologia con una visione d'insieme

Il mio scopo terapeutico è quello di prendere in carico la persona nella sua interezza per farla stare bene e renderla consapevole che il suo corpo è molto più di quello che riesce a immaginare.

Agopuntura

Tecnica che prevede la stimolazione di precise aree della cute tramite aghi in grado di generare effetti benefici in molte patologie.

L'agopuntura, medicina antica ma riconosciuta dall'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), è caratterizzata da un effetto terapeutico interessante soprattutto per la grande tollerabilità e il basso rischio iatrogeno del metodo.

La disciplina nasce dalle conoscenze della MTC, Medicina Tradizionale Cinese, ma si avvale di processi scientifici di validazione che la rendono utilizzabile nell'epoca contemporanea.

Le aree della cute che vengono stimolate sono denominate agopunti e vengono localizzate dall’agopuntore attraverso tecniche specifiche.

L'agopuntura migliora l'equilibrio neurovegetativo e di conseguenza le funzioni immunitarie e l'omeostasi, permettendo al paziente di gestire al meglio lo stress fisico, psichico e mentale.

Omeopatia

L’omotossicologia rappresenta l’evoluzione conoscitiva e metodologica dell’omeopatia classica, avvenuta durante il ventesimo secolo.

L’obiettivo dell’omotossicologia consiste nella riattivazione, tramite rimedi efficaci, della capacità omeostatica del paziente.

L’omotossicologia vanta nei confronti dell’omeopatia classica una maggiore modernità nei tempi di lavorazione di un evento clinico e una validazione dei rimedi in riferimento a standard accettati.

Un organismo che riesce a eliminare efficacemente le tossine esogene ed endogene facilita la propria guarigione. Attraverso piccoli stimoli si ottiene la modulazione delle funzioni e la regolazione biologica.

I rimedi dell’omotossicologia aumentano i processi di regolazione ovvero implementano la capacità dell’individuo di ripristinare e mantenere la propria salute.

EAV

ELETTROAGOPUNTURA SECONDO VOLL (EAV) è un metodo diagnostico e terapeutico che si avvale di uno strumento bioelettrico: un impedenzimetro.

Questo mette in “risonanza” l’organo malato con vari rimedi finché si trova quello più adatto a risanarlo.

Questo tipo di medicina è anche detta “biocibernetica” perché è in grado di stimolare la capacità di auto-guarigione dell’individuo, riequilibrando l’energia vitale di tutti gli organi.

Tutte le malattie prima di intaccare le cellule sono malattie funzionali, ovvero malattie che provocano dei disturbi senza però creare lesioni organiche.

Lo strumento bioelettrico osserva la funzione di un organo e ne riscontra una eventuale patologia, prima che si verifichi il danno: in questo senso la medicina funzionale è una medicina preventiva.

Le Declic - Deprogrammazione Neurologica

Le Declic utilizza diverse tecniche che lavorano a livello inconscio con lo scopo di cambiare una determinata dinamica mentale che è causa di un malessere e a volte anche di una vera e propria malattia.

Le tecniche utilizzate, come la PNL, l’analisi transazionale, l’ipnosi eriksoniana e la gestalt, permettono di attuare dei cambiamenti nella mente e nel pensiero del paziente, poiché quella che spesso è definita malattia non è altro che la risposta cellulare a un nostro preciso pensiero, di cui non sempre siamo consapevoli.

L’essere umano è una complessa e meravigliosa struttura energetica di psiche e corpo integrati tra loro, dove i pensieri e le emozioni sono tradotti nel corpo da correlati biochimici e sono elementi fluidi e dinamici direttamente implicati in ogni processo nervoso, endocrino e immunitario.

Il nostro cervello sottocorticale è la vera centrale di comando a cui afferiscono tutte le informazioni dall’interno del corpo, attraverso il sistema fittissimo dei nervi, e dall’esterno del corpo, attraverso gli organi di senso, strutture nervose collegate al sistema nervoso.

La malattia quindi è un preciso comando dato alle cellule da parte del sistema nervoso centrale. La nostra centralina di comando sottocorticale è al servizio del nostro pensiero e ha il compito di trovare continuamente soluzioni a ogni nostro pensiero.

Se la malattia è la risposta a un preciso pensiero vale la pena scoprire qual è questo pensiero e cambiarlo. Entrambe queste fasi si attuano attraverso “tecniche parlate” che comunicano direttamente col sottocorticale (cervello inconscio) bypassando la parte corticale (cervello conscio).

Abbi cura del tuo corpo è l’unico posto in cui devi vivere.
La felicità è l’equilibrio dell'universo.
La mattina quando vi alzate, fate un sorriso al vostro cuore, al vostro stomaco, ai vostri polmoni, al vostro fegato. Dopo tutto, molto dipende da loro.
La salute si basa sulla felicità.
Se dipendesse da me renderei contagiosa la salute invece che la malattia.

Il mio Approccio

Medicine Non Convenzionali

Durante gli studi universitari di medicina volevo trovare una specializzazione che prendesse in considerazione l’uomo nel suo insieme, perché mi ero già accorta che la malattia coinvolge tutta la persona e non è un fatto a sé stante di un singolo tessuto.

Pazienti

Considerare il paziente non come una semplice somma di apparati, applicando una visione d’insieme. Curare la persona nella sua interezza per farla star bene e soprattutto renderla consapevole che il suo corpo è molto più di quello che immagina.

Medicina

Unire le diverse discipline accademiche e la medicina non convenzionale, rendendole complementari in una collaborazione sempre più autentica e onesta. Un connubio perfetto che esplica in toto il mio approccio, ottenendo risultati attendibili e continuativi.

Tecniche

Utilizzare medicine definite complementari, come l’omeopatia, l’omotossicologia o l’agopuntura, che agiscono sulla parte elettromagnetica, biofisica, dell’organismo, a differenza dei farmaci chimici, della fitoterapia o delle vitamine, che lavorano a livello biochimico.

Le Testimonianze

Dicono di Me

“La radice di ogni salute è nel cervello. Il suo tronco è nell’emozione. I rami e le foglie sono il corpo. Il fiore della salute fiorisce quando tutte le parti lavorano insieme.” (Proverbio curdo)

"Mi chiamo Valentina, ho 35 anni e da quando ne ho 10 soffro di emicrania. Dopo aver avuto un bambino, la situazione è ulteriormente peggiorata. Negli anni ho cambiato diversi centri, ma nonostante lunghe cure preventive, la mia emicrania ha avuto benefici modesti. Per non lasciare nulla di intentato, decido di provare con l'agopuntura e devo dire che i risultati sono stati sorprendenti. Intanto nel colloquio conoscitivo, ho avuto la sensazione - finalmente - di parlare con un medico che capisse la mia situazione e i benefici si sono sentiti fin dai primi trattamenti. Attualmente sono in cura da circa due mesi e quello che posso dire è che non ho più preso nessuna pastiglia e l'emicrania se viene è molto più lieve e passa con una dormita."
- Valentina, 35 anni -

"Ho 42 anni e già dopo poche sedute di agopuntura ho risolto un problema di insonnia che si trascinava da mesi ed andava via via peggiorando e pur essendo scettica sulla riuscita mi sono dovuta ricredere con grande piacere."
- Rosanna, 42 anni -

"La mia storia, una Mononucleosi Cronica associata all'attività del Mycoplasma Pneumonia, non riconosciuta, non capita. Tutto iniziò nel 2010, andai per la seconda volta in laboratorio per fare dei prelievi del sangue per confermare o scartare la positività del Mycoplasma Pneumoniae, il quale, mi era stato riscontrato diversi giorni prima dal laboratorio dell'ospedale della mia città. Il nuovo esito mi segnalava, oltre alla conferma del M.P., anche una mononucleosi infettiva in corso, con decorso considerato comune. Questa fase durò circa due mesi, in seguito e senza che nessun analisi lo indicasse, si trasformò in forma latente e nemmeno io ero al corrente di quello che stesse succedendo, nessun medico mi informò né si rese conto dell'accaduto. Tutto l'impegno girava intorno al Mycoplasma Pneumoniae, da alcuni considerato virus da altri batterio, fu questo individuo il responsabile del mio indebolimento fisico portandomi il contatto con l'Epstein-Barr Virus. I problemi più grossi sorsero dopo la mononucleosi infettiva, l'EBV, insieme al M.P., si impadronirono del mio sistema immunitario trasformando il mio corpo in una marionetta manipolata da loro due. Quel corpo che avevo sempre curato bene, la mia alimentazione sempre controllata, tanta attività sportiva fatta sin da giovane età, era ridotto ad un insieme di dolori e stanchezza cronica. Così, superati i quarant'anni di età, mi ritrovai ad avere la mononucleosi infettiva, spezzando tutte le statistiche che indicano la patologia soltanto negli adolescenti o bambini, nei sedentari, in diete trascurate e così via. Passai attraverso le mani di una ventina di professori, specialisti, medici di vario genere prima di conoscere la dott.ssa che mi portò alla guarigione, ma non prima di aver sofferto e battagliato con tutte le mie forze, oltre ad aver esaurito tutti i miei risparmi di una vita e aver perso il lavoro. Conobbi per caso la dott.ssa Chiara Colla, lei mi spiegò cosa mi stava succedendo e soprattutto la causa di tutto quanto perché conosceva bene i due responsabili, mi mise in cura subito. Una lunga terapia basata in omeopatia di risonanza associata alla medicina tradizionale cinese e anche medicina occidentale. Iniziai ad avere i primi miglioramenti in breve tempo, ma ci vollero circa due anni e mezzo per un miglioramento evidente che mi permettesse di fare una vita più normale. Dopo la prima fase di terapia per l'urgenza dell'attività dei due responsabili, la terapia è stata cambiata, modificata, attualmente sono in cura per cercare di sanare tutti i danni che sono stati causati dal virus e batterio nei vari organi del corpo, la ripresa è molto lunga, proprio perché i due responsabili sono rimasti nel corpo a colpirlo duramente per molto tempo, in aggiunta a cure sbagliate per diagnosi altrettanto sbagliate. Spero che questo vi possa essere d'aiuto."
- Rossana, 46 anni -

“Avevo un problema che mi assillava da anni e che non sapevo più come affrontare: una o più volte all'anno, di solito in primavera, avevo forti attacchi di vertigini che mi lasciavano completamente scombussolata per settimane e che mi avevano indotto una specie di fobia. Non solo: dopo l'attacco dell'anno scorso mi era rimasto un leggero capogiro che mi assaliva ogni volta che appoggiavo la testa sul cuscino. Insomma, era un incubo. Quando Chiara ha aperto uno studio nella mia città, ho deciso di provare a parlarle del mio problema, perché come medico mi ispirava fiducia. Ha capito subito come affrontarlo e ha deciso di trattarlo con rimedi e sedute di agopuntura. Dopo un paio di settimane, il capogiro che avvertivo ogni sera se n'è andato e le vertigini non sono più tornate.”
- Alessandra, 51 anni -

“Mi sono rivolta a Chiara per problemi digestivi che mi impedivano di gustare le cene fuori: ero arrivata al punto di non dormire la notte ogni volta che sgarravo rispetto al mio regime alimentare, tendenzialmente vegetariano e basato su piatti leggeri senza sughi o soffritti. Ho preso i rimedi omeopatici e gli integratori che mi ha prescritto Chiara e già dopo un paio di mesi non ho avuto più problemi. Due sere fa, ad esempio, sono andata al ristorante indiano e ho avuto la soddisfazione di mangiare come mi pareva e di dormire benissimo! Grazie, Chiara.”
- Francesca, 44 anni -

“La mia mononucleosi inizia nell'estate del 2013 e ancora nel 2016 ne porto i sintomi: debolezza, ghiandole gonfie, spossatezza, febbricola diurna e dolorini alle gambe e alle braccia. Ho iniziato da 4 mesi una cura di omeopatia di risonanza e dopo un periodo di peggioramento sto avendo benefici: aumentato il vigore alle gambe, diminuita la temperatura durante la giornata, le ghiandole del collo sono meno gonfie. Ho la sensazione che il virus mi stia lasciando, dandomi tregua. Grazie, Chiara.”
- Andrea, 33 anni -

“ La mia esperienza con l’agopuntura è stata entusiasmante!Mi chiamo Federico e ho 41 anni;ho subito un intervento all’occhio per distacco di retina con conseguente edema maculare e infiammazione del trigemino.Dopo diverse settimane dall’intervento,durante le quali ho somministrato analgesici di ogni tipo,con scarsi risultati,decido di rivolgermi alla Dottoressa Colla che mi propone delle sedute di agopuntura.Dopo la prima seduta,l’infiammazione del trigemino è sparita,permettendomi così di sospendere gli analgesici;dopo la seconda,l’edema maculare ha iniziato a regredire con conseguente miglioramento visivo ..non posso che ringraziarla e consigliarla a tutti! ”
- Federico, 41 anni -

“Mi chiamo Valentina, ho 45 anni e a 43 anni mi hanno diagnosticato l’endometriosi;la mia vita è diventata un calvario.Dopo un anno di sofferenze,durante il quale ho provato diversi tipi di terapie farmacologiche(senza grossi risultati) e disperata dal malessere che stavo vivendo ,decido di effettuare l’ennesimo tentativo presso lo studio della Dottoressa Colla(trovato per caso su internet).Da allora la mia vita è cambiata :ho cominciato con le sedute di agopuntura affiancate dalla somministrazione di medicinali omeopatici,grazie ai quali ho regolarizzato gli ormoni e il ciclo mestruale, con conseguente miglioramento dell’endometriosi.La Dottoressa ha dimostrato grande professionalità e un empatia fuori dal comune.Da allora mi affido a lei per qualsiasi problema di natura fisica e psicologica;oltre che un bravo medico è anche una persona speciale!grazie per avermi fatto ritrovare la serenità.”
- Valentina, 45 anni -

“Alcuni mesi fa ho cominciato a soffrire di insonnia, poi si sono aggiunti attacchi di extrasistole continui. Mi sono rivolta a un cardiologo. Dopo varie ecocardio e risonanze, siamo arrivati alla conclusione che non ho alcuna malattia cardiaca. I disturbi però continuavano, qualcuno mi ha suggerito di provare l'agopuntura. Non l'avevo mai fatta. È stata per me una sorpresa vedere come, di settimana in settimana, i disturbi diminuivano. Ho ripreso a dormire e le extrasistole sono scomparse ormai da qualche mese. E senza usare medicinali..... Grazie Chiara, grazie davvero!”
- Renza, 69 anni -

I miei Contatti

La sede

Tel: +39 328 7507695

Via Massimo D'Azeglio, 7
19121, La Spezia

+39 0187 24363
Trovami su Google Map

info@chiaracolla.it
www.chiaracolla.it

Contattami su WhatsApp